Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Amicizia’ Category

Ahiooooo

Stasera nel gruppo un nuovo ragazzo. Mi ha fatto tornare in mente questo:

Read Full Post »

Ciao cucciolina mia

ambra.jpg

Se il mondo fosse un angolo di cielo,

rimangerei la mela del peccato…

Read Full Post »

Una perla d’Ambra

Non so che dire. Lei è una di noi ormai da tempo immemore, con il codino peloso e gli occhi buoni e dolci. Con la zua zampina piena di dolori e i suoi orecchioni da ciuchina.

Le vogliamo bene, anzi no, la amiamo. E ora rischia di lasciarci. Anzi no, dobbiamo decidere noi la sua sorte. Che sta male. E se deve stare un mese e vivere di sofferenze non se lo merita. Però con alcune cure migliora, e noi speriamo.

Si, lo so, è un cane. E tutto il mio cuore va a chi vive la stessa cosa con le persone care. Doloroso anche solo pensarci. Ma non è un cane, è il cane, anzi no: è il mio cane. Ed è con noi fin da quando dormiva nella verbena del giardino, tutta viola a primavera; poi si svegliava, mangiava un po’ di zampa al tavolino e riusciva a sgattaiolare via nei giardini dei vicini, tra le fioriere, a devastare gerani, tra le urla (sorridenti) di tutti. Era lunga 8 cm, una cockerina dolcissima, che nelle rincorse inciampava pestandosi gli orecchi! 

Dolce e fedele canina,

stringi i denti.

Read Full Post »

Fiocco rosa (si spera)

fiocco_rosa.jpg 

Babbo, mamma – TRANQUILLI – non sono io quella incinta.

Ma una persona che in breve tempo è riuscita a diventare una cara amica. E come tale mi ha emozionato tantissimo quando ieri mi ha rivelato di covare una creaturina e di sperare che sia femmina e che non nasca sotto il segno dei gemelli ma del cancro, visto che come periodo sarà a cavallo. Le ho chiesto di adottarmi come zia e nonostante sia soltanto di un paio di settimane stasera credo mi metterò a sferruzzare un paio di scarpine.

E allora un dolce abbraccio a lei e a tutte le mamme in attesa.

Read Full Post »

Ho un amico. E’ gay ma lui non lo sa. Lo so io, lo sanno sua madre e suo padre, lo sanno gli amici e anche quelli che vogliono solo ridere di lui. Ma C. non lo sa. E forse NON è neanche questo il punto.

C. è dotato di una sensibilità fuori dal normale, è dolce e caro, si commuove per un abbraccio, OSCILLA insieme ai tuoi sbalzi di umore, si farebbe in quattro per aiutarti. E’ un ragazzo CRISTALLINO, PULITO.

Ora però molti non vogliono avere attorno C. E non è solo OMOFOBIA. E’ perchè parla troppo, di continuo, non dà pace; perchè a mensa parla anche mentre mangia e sputacchia nei piatti altrui; perchè pur di richiamare l’attenzione racconta un sacco di bugie; perchè quando ha deciso che TU riempirai il suo pomeriggio non c’è scusa che tenga, TU sei SUO. Perchè d’estate si presenta con dei pantaloni bianchi attillati e un gilet di pelle nera con niente sotto (a pelle!). E quando gli chiedi “Ma C. come ti sei vestito?” lui inizia a ridere.

Ride tanto, ride di cuore, ride così forte che riempie tutti i corridoi. Ma se hai un problema eccolo catapultarsi nel tuo dolore e inondarti di consigli di vita MAI vissuta (ricorrenti gli aneddoti immaginari).

Io gli voglio bene. A volte vorrei parlargli onestamente e dirgli che certi suoi atteggiamenti danno noia per l’invadenza con cui si offre. Dirgli che dovrebbe parlare meno, specialmente a tavola. Che certi vestiti, specialmente in certi ambienti, sono solo degli specchietti per i CRETINI. Non so se farlo.

Io non voglio rompere il cristallo di C. Lui è sempre stato così, da quando lo conosco e non sarebbe lui composto e silenzioso. E’ genuino. Solo a volte non capisco dove inizia e dove finisce il suo DISAGIO, e soprattutto se qualche mia parola potrebbe aiutarlo oppure no. E comunque auguro a tutti 100 di questi C.

Read Full Post »