Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cinema’ Category

Mi sono divertita proprio tanto, il film è brillante, ironico, leggero. Non avevo mai visto niente dei fratelli Coen (neache l’osannatissimo ‘Non è un paese per vecchi’), ma credo che recupererò il tempo perduto.

John Malkovich è come sempre fantastico, Brad Pitt squisito e George Clooney sarà costretto un giorno anche lui ad invecchiare! Poi c’è anche lei… Tilda Swinton, che son stata tutta la sera a dire: eppure l’ho già vista.. per ricordarmi in calcio d’angolo che faceva quello strano personaggio in Vanilla sky…

Luoghi comuni sull’intelligence americana, personaggi macchiette di se stessi. Insomma, semplicemente squisito e inaspettato. E a chi lamenta un po’ di sconclusionatezza… beh: è il suo bello!

Read Full Post »

Prima di partire per la Calabria stavo sistemando dei cd in macchina.

All’improvviso… ZOOOM! Eccolo: un ragnetto veloce e zompettante sbuca da dietro il cruscotto, si arrampica contorcendosi lungo un lieve pizzo di ragnatela e mi arriva a portata di tiro.

Mi sfilo l’infradito hawaiano e sto per colpirlo al petto. Sarà un eroe morto in battaglia.

Poi qualcosa scatta, una molla, un ricordo, un’emozione, e io inizio a piangere.

 

Mi torna in mente un cortometraggio di Mauro Spinelli visto con una persona speciale qualche anno fa: il sorriso di Diana.

Diana (che poi è la bellissima Anita Caprioli) si trasferisce in un vecchio appartamento polveroso, decidendo di rimetterlo a nuovo. Tra gli innumerevoli ragnetti che assediano le stanze c’è anche l’impavido guerriero Agenore. A lui basterà scambiare un sorriso di Diana per un suo gesto di amore per farlo innamorare follemente della ragazza.

 Per una serie di circostanze, Agenore crederà che Diana lo ami, ma scoprirà quanto sarà dura dimostrare di amare qualcuno quando si appartiene a specie diverse e canterà così dell’amore che ci rende incompresi e sigillati in un mondo platonico…

Il Sorriso Di Diana è così una piacevole poesia agrodolce sull’amore che a volte ci fa uomini e a volte ci rende insetti arricchita da un simbolico senso allegorico dal sapore fiabesco.

A quasi venti giorni di distanza il mio Agenore è sempre lì. Ogni tanto salto dalla paura quando lo vedo sbucare all’improvviso da dietro lo specchietto retrovisore, ma è lì a ricordarmi che forse non fa tutto schifo.

Consiglio vivamente la visione, basta avere 15 minuti, anche su youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=POgSnT7LYyU (parte prima)

http://www.youtube.com/watch?v=yk70R9TAXJ8 (parte seconda)

Read Full Post »

Solo per la mestizia di spirito che mi affligge in questo periodo riporto la scena di sesso tra la Bellucci e Clive Owen nel recente film Shoot’em up [che mi guardo bene dall’andare a vedere]

La resa italiana dell’ultima battuta raschia il fondo del barile.

Per di più lei è strapagata, Almeno si potrebbe levare il lenzuolo di bocca quando parla.

 

Read Full Post »

logo-chi-lha-visto.jpg

Cercasi SKANKI disperatamente.

Ultima volta che è stato visto: sul sito di 35 mm, dove nei forum di discussione ha lasciato i seguenti messaggi: 

ciao raga! in sto film classico ho riso di brutto come un branzino di mare! c’è gran navata tosta con bella poppa e desicone che bordeggia come un vecchio lupo! eppoi c’è gran fichetta che m’arrapa, evvai!!! peccato che mancan però gli spari tosti…” – Natale in crociera.

ciao raga! o non vi frastornate con cose alte così sennò poi vi viene l’incubo nel cervello! a me è venuto e m’ha fatto paura di brutto! eppoi c’è già tanto traffico e è meglio stare relax che il cinema è gran viaggio di pancia e è tosto se siam tutti gran amici! bella a tutti!!! ” – Matrimonio alle Bahamas

ciao raga! sto film è proprio gran cinema di pancia! c’è gran spiaggione marino con belle sdraio e tettata bionda che m’arrapa di brutto!! eppoi c’è boldi pelato e gran fiochi d’india che mi fanno pisciare come un macaco! se c’eran piure gli spari tosti quasi svenivo!!!” – Matrimonio alle Bahamas

matrimonio_alle_bahamas.jpg

Che si faccia vivo, si manifesti, ci racconti tutto di sè, spiegandoci – per favore – cosa sono gli SPARI TOSTI, che è da ieri sera che rido.

Postilla: Leggevo di questi film, che detesto dal profondo, perchè nella classifica hanno bel 4 stelline su 5 e non capivo come potesse essere.

SKANKI FATTI VIVO!

Read Full Post »

i_figli_degli_uomini.jpg

 Uscito a Venezia 2006, questo film è tratto dal libro “I figli degli uomini” di Phyllis Dorothy James. Nel cast troviamo Clive Owen, Julianne Moore, Michael Caine, ma anche la giovane Claire-Hope Ashitey; regia di Alfonso Cuaron. La storia: in una Londra devastata dalla violenza e dalle innumerevoli sette nazionalistiche, Theo diventa l’improbabile difensore del destino del mondo, del tomorrow. Dovrà salvare la vita alla prima bambina nata dopo 18 anni di infertilità globale. Salvarla da chi? Da chi vuole fare della bambina un baluardo di diritti per sette e minoranze, un’arma di ricatto e di leva sulle masse. Bambina che diventa miracolo agli occhi della gente, davanti alla quale anche il più truce soldato si ferma, si commuove, si rianima. Perchè in un futuro senza bambini c’è solo frustrazione e desolazione, nonchè la certezza dell’estinzione.
Raccontata così la storia fa abbastanza schifo. In realtà ne sono rimasta molto colpita. Anche perchè in un clima di generica violenza, rabbiosa e cieca, Theo non ha una pistola, non spara, non ammazza, gira in infradito e si fa male ai piedi, ha una missione che gli sembra caduta addosso per caso e per caso sembra portarla avanti, senza subire quel processo catartico in eroe alla Bruce Willis. Personaggi strambi arredano poi la storia, come l’amico hippie o il poliziotto fascista, rendendola meno cruda di quello che è.

Voto: 7++

Il trailer: http://filmup.leonardo.it/trailers/ifiglidegliuomini_it.shtml

Read Full Post »

The village – Recensione

POTRESTI NON VOLER SAPERE COME VA A FINIRE. 

———————————————————

the-village.jpg

 

Anche io vorrei non sapere come va a finire. E invece lo so perchè l’ho visto, anche se con un po’ di ritardo essendo uscito nelle sale italiane nell’ottobre 2004.

Nato dalla penna di Night Shyamalan e consigliato da un collega di lavoro (ciao Geo!) mi son vista il DVD.

Se hai visto il trailer ti aspetti un thriller, se hai visto i film di Shyalaman non ti aspetti niente perchè a parte un superlativo “Sesto senso” ha saputo partorire solo mezze cartucce stile “Signs” [Ricordo che quando andai a vederlo al cinema mi svegliai di soprassalto nel bel mezzo del secondo tempo perchè il telefono di uno di quelli sullo schermo aveva trillato troppo forte].

Ma tornando al film non c’è molto da dire. Un villaggio simil antico, un bosco che fa rumori e delle innominabili creature che terrorizzano il villaggio spennando galline e lasciandole a giro. Ma quando vedi che la creatura che terrorizza tutti è alta come te e ha indosso una maschera di plastica dalle sembianze del lupo di cappuccetto rosso, che potrebbe essere tranquilamente venduta sul mercato il lunedì mattina tra quella di paperinik e del cavaliere nero, allora ti fai una risata e aspetti con ansia il finale, almeno te ne vai a dormire! Dunque in poche parole: una cieca attraversa il bosco regno delle creature innominabili e scopre che questi MOSTRI sono i capi della comunità che vogliono mantenere isolato il villaggio dalle città per non comprometterne l’innocenza.

No comment, l’ho raccontato con un’enfasi forse maggiore di quella necessaria.

Peccato per l’ottimo Joaquin Phoenix e la brava Bryce Howard.

Voto: 3 e mezzo

P.s: fantastica la strategia commerciale che spaccia il film per un horror

Read Full Post »

an_inconvenient_truth.jpgRaccolgo l’invito dal blog di Beppe Grillo e vi giro il suo post brevemente riassunto, per leggero interamente basta andare al link http://www.beppegrillo.it/2006/10/an_incovenient_truth.html#comments

Se vogliamo evitare che le generazioni future ci sputino in faccia e ci chiedano i danni dobbiamo fare qualcosa per il pianeta. […]. I dati dell’effetto serra sono ormai quotidiani come le previsioni del tempo. Ci sommergono. Come faranno le acque con le coste e le città.

[…] I ghiacciai si sciolgono. I fiumi si seccano. Le falde acquifere scendono.
[…] 279 specie di piante e di animali si stanno spostando verso nord. La malaria è arrivata sulle Ande. Lo scioglimento dei ghiacciai della Groenlandia è raddoppiato negli ultimi dieci anni. E la deriva catastrofista continua con le previsioni per i nostri nipotini. Quelli che butteranno le nostre ossa in una discarica. Entro il 2050 il polo nord scomparirà, un milione di specie si estinguerà, il livello del mare salirà fino a cinque metri.

[…] Da subito possiamo dare un contributo per migliorare la Terra con tenthingstodo, diecicosedafare.
1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
2- Usa la macchina il meno possibile
3- Ricicla
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
5- Non sprecare acqua calda
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
7- Regola il termostato di casa
8- Pianta un albero
9- Spegni gli elettrodomestici non in uso
10- Fai girare questo elenco

Read Full Post »