Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cronaca locale’ Category

Il fatto: A Firenze un’anziana signora cammina per strada. Inciampa in un mendicante sdraiato per strada e cade. La signora scrive al Comune e dice di aver riportato fratture e denti rotti.

La conseguenza: Il mitico assessore-sceriffo Cioni reagisce: “Vieteremo l’elemosina sui marciapiedi e nelle strade quando crea intralcio”.

Cioè: l’accattonaggio è consentito, basta non sostare sui marciapiedi.

I metodi: ci mettiamo a multare i mendicanti? Facciamo ridere i polli. E questo genio di Cioni, lo stesso della fantastica ordinanza antilavavetri, ex senatore Ds, riceve la tessera ad honorem della Lega Nord.

In tutto questo il Pdl parla di “sceneggiate spot ad uso della campagna elettorale”… si… ad uso della campagna elettorale altrui!

A proposito dell’Ordinanza antilavavetri propongo 10 minuti di un ottimo Travaglio.

Annunci

Read Full Post »

Direttamente dal sito dell’Ansa:

FIRENZE, 9 MARZO – E’ mistero su una nube che odora di gas, non pericolosa, che ha invaso tutta Firenze.Si tratta di un odorizzante che si diffonde velocemente nell’aria e che solitamente e’ usato per caratterizzare e identificare l’odore dei gas Gpl e metano, in origine inodori. La conformazione a conca del territorio e l’assenza di vento hanno permesso alla nube di addensarsi sulla citta’. In tilt i centralini delle forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco.”

Non sanno cos’è ma hanno fretta di specificare NON PERICOLOSA. So solo che l’odore è veramente forte, da mal di testa.

Dite che è l’ora di fare i bagagli? Da che parti state?

fungo_atomico.jpg

Read Full Post »

23 miliardi stanziati nel 1998 per un mega parcheggio a ridosso del centro storico. Una follia fin dal principio: ci accedi da un sottopasso o dalla stazione (e io donna mi rifiuto ad esempio, specialmente la sera), è caro accidentato, è a 100 metri da una piazza a cielo aperto in cui la sosta è gratuita e a 50 metri da un bel viale frequentato dove sosti a prezzi più modici. Una genialata insomma. Nel 2000 la ditta che ci lavora fallisce, ancora prima dell’inaugurazione. I lavori vengono finiti in una qualche maniera, ma nel 2003 il Serraglio è già una fogna: ci piove copiosamente dentro, le luci sono tutte spaccate, i posti raramenti occupati.

Oggi la gente fa sesso dove c’è la centrale elettrica, sotto la supervisione di 3 telecamere a circuito chiuso collegata alla postazione dei vigilanti. Ladri ottimisti tentano di rubare motorini o scassare macchine sotto l’occhio meccanico.

La rampa d’accesso viene chiamata “La Repubblica del buco”: siringhe, aghi e sangue sono praticamente ovunque. Le luci sono state spaccate o ricoperte con drappi rossi, perchè la gente si vuole fare in pace, al buio, con tranquillità.

Devi scansare pozze di pipì e escrementi, essere attento a non ‘disturbare’ nessuno. Ci sono i murales ovunque e una sbarra di ferro al centro dello spiazzo per chi vuole fare skateboard.

In quel lontano 1998, quando iniziarono i lavori, sfrattarono il mio fidanzatino giovanile di casa dando un indennizzo ridicolo. Iniziarono a scavare e trovarono i resti di un bastione medievale. I lavori non si fermarono e così vecchie mura e un tesoro di storia per la città (fu stabilito da archeologi che là sotto c’era un intero complesso da recuperare) furono sopite sotto cumuli di cemento armato. Riposino in pace.

Read Full Post »