Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘GUARDA IN SU’ Category

Prima di partire per la Calabria stavo sistemando dei cd in macchina.

All’improvviso… ZOOOM! Eccolo: un ragnetto veloce e zompettante sbuca da dietro il cruscotto, si arrampica contorcendosi lungo un lieve pizzo di ragnatela e mi arriva a portata di tiro.

Mi sfilo l’infradito hawaiano e sto per colpirlo al petto. Sarà un eroe morto in battaglia.

Poi qualcosa scatta, una molla, un ricordo, un’emozione, e io inizio a piangere.

 

Mi torna in mente un cortometraggio di Mauro Spinelli visto con una persona speciale qualche anno fa: il sorriso di Diana.

Diana (che poi è la bellissima Anita Caprioli) si trasferisce in un vecchio appartamento polveroso, decidendo di rimetterlo a nuovo. Tra gli innumerevoli ragnetti che assediano le stanze c’è anche l’impavido guerriero Agenore. A lui basterà scambiare un sorriso di Diana per un suo gesto di amore per farlo innamorare follemente della ragazza.

 Per una serie di circostanze, Agenore crederà che Diana lo ami, ma scoprirà quanto sarà dura dimostrare di amare qualcuno quando si appartiene a specie diverse e canterà così dell’amore che ci rende incompresi e sigillati in un mondo platonico…

Il Sorriso Di Diana è così una piacevole poesia agrodolce sull’amore che a volte ci fa uomini e a volte ci rende insetti arricchita da un simbolico senso allegorico dal sapore fiabesco.

A quasi venti giorni di distanza il mio Agenore è sempre lì. Ogni tanto salto dalla paura quando lo vedo sbucare all’improvviso da dietro lo specchietto retrovisore, ma è lì a ricordarmi che forse non fa tutto schifo.

Consiglio vivamente la visione, basta avere 15 minuti, anche su youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=POgSnT7LYyU (parte prima)

http://www.youtube.com/watch?v=yk70R9TAXJ8 (parte seconda)

Annunci

Read Full Post »

“Tam-tam su internet per una foto misteriosa di Marte scattata dal robottino della Nasa Spirit a fine 2007. Secondo alcuni appassionati di astronomia, in uno scorcio ingrandito più e più volte del pianeta rosso, grande osservato speciale degli scienziati, sembra apparire una figura femminile.
Una figura che sembra quasi preghi con le mani giunte e che sembra quasi sia proprio verde, come nella migliore delle tradizioni della fantascienza marziana. “
vita_su_marte1.jpg
vita_su_marte2.jpg
 Fonte: La Nazione

Uhhh come mi piacerebbe!

Read Full Post »

Cometa Holmes

cometa_holmes.jpg 

“La cometa Holmes lunedi 11/11: da un esame dell’immagine sembrerebbe confermata l’ipotesi fatta inizialmente: (altro…)

Read Full Post »

In questa sere è visibile la cometa C/2006 P1 (McNaught), bassissima sull’orizzonte (solo 7° di elongazione dal sole!) ma data la sua magnitudine negativa si potrà osservarla anche in pieno giorno, come si fa con mercurio e venere.

La cometa, con ampia coda aperta a ventaglio, forse NON SOPRAVVIVERA’ al passaggio al perielio. In ogni caso, nei prossimi giorni la McNaught entrera’ nel campo di vista delle telecamere della sonda SOHO, quindi sara’ possibile seguire in diretta la sua evoluzione semplicemente collegandosi alla homepage della missione e scaricando le ultime riprese dell’esperimento “LASCO C3”.

Ripresa del 6 Gennaio scorso ottenuta da Marco Fulle, in cui si vede la cometa C/2006 P1 mentre tramonta dietro ad un monte della Carnia, semplicemente FANTASTICO!

Read Full Post »

Apro la pagina principale di Repubblica e cosa ci leggo? Plutone non è più un PIANETA. Alla faccia di tutta l’astronomia che ho studiato. E dell’atlante dei pianeti  che i miei genitori mi regalarono in terza elementare? Mi hanno sconvolto il sistema solare! Ora è un PIANETA NANO, declassato dall’Unione Astronomica Internazionale. MA SI PUO’??????

Lui PLUTONE, il mitico re dell’oltretomba, figlio di Saturno e di Rea, in questo momento starà mettendo sottosopra l’aldilà. Lo hanno chiamato NANO! Non si può svilire così un pianetuccio. Soprattutto in un paese dove gli spazzini e quelli che vengono a casa a levarti il bottino sono chiamati OPERATORI ECOLOGICI e dove la sordità è abolita per legge ed è stata sostituita dalla PREVERBALITA’. Come diceva beppe grillo di questo passo i ciechi potranno essere chiamati pre-vedenti, i paralitici pre-motori, gli impotenti pre- (beh, qui fate un po’ voi…). NANO..Ma non sarebbe meglio chiamarlo DIVERSAMENTE ALTO?

Insomma NANO proprio no! Sembra un’imprecazione come da noi in toscana c’è maremma zoppa, porca ladra o porca paletta: ora ci sarà anche pianeta nano. E poi che ne sarà del mio oroscopo? Quando sono nata Plutone era in Bilancia e TUTTI lo sanno che questo vuol dire che avrò successo nel mondo del lavoro e tanti soldi, perchè Plutone è un pianeta GENERAZIONALE e determina la psicologia delle persone e la loro relazione col sociale. Se però trovi Plutone in scorpione allora può favorire rivoluzioni fanatismo e violenza. AZZ.

Ma ormai il suo ruolo è spodestato. Chi lo spiega a Barbanera consiglia? Non rimarrà altro che ripiegare sull’oroscopo cinese, che si basa sui cicli lunari, almeno fino a quando il nostro caro satellite sarà declassato a scheggia impazzita…

Read Full Post »

Astronambula

Ho avuto paura: sotto di me c’era la via lattea. Un mare di stelle e tanti pianeti. E io precipitavo! Non so se avevo più paura della caduta o del blu che mi avvolgeva: un blu terrificante, di quelli che ricordano le profondità marine (altro incubo infantle quello di morire risucchiata da una mega onda). Poi quella sensazione stranissima di quando hai paura ma al tempo stesso sei curiosa di vedere come finisce. Marte. Venere. Mercurio. Nel mio nefasto sogno ci passavo accanto in caduta e credvo di riconoscerli. Giove. Nettuno. E poi le Pleiadi il Toro e lo Scorpione con Antares, la sua bellissima supergigante rossa. Naturalmente non riconoscevo niente davvero, ma ero convinta che fosse tutto così. E cadevo urlando. Mi sono svegliata ed ero a sedere alla scrivania di camera. Eppure non credo di essermi addormentata così…

Read Full Post »

27 MAGGIO 2006, ORE 21:48, Autostrada A1 altezza FIRENZE CERTOSA.

Sto guidando, improvvisamente vedo il cielo diventare rossastro. Non vedo niente. Poi mi avvicino al volante e sopra di me vedo una sfera rossa. Non grossa, un diametro di un terzo della luna. E’ lì, è ferma, non sento rumori strani. Rallento, per vedere meglio, come me anche un paio di altri automobilisti. La sfera sta lì qualcosa come 20/30 secondi, non saprei che dire. Per un momento mi sembra anche di vedere qualcosa cadere, tipo frammenti fumanti.

Non mi crede nessuno. Io non ho fatto segnalazioni, non avrei saputo a chi farle, visto che nè i miei nè il mio ragazzo mi hanno preso troppo in considerazione. Vi giuro che sono rimasta male. Mi dicono potrebbe essere un qualche frammento a contatto con l’atmosfera, e alla fine è la tesi che mi sembra più plausibile. MA LA SFERA ERA IMMOBILE. FERMA LI’. A pensarci ora sembrava un fuoco di artificio come colore e intensità, solo un po’ più grosso e FERMO. Vi prego ditemi qualcosa…

Read Full Post »